ABARTH 500

ABARTH 500

La Fiat 500 Abarth: un mito italiano a quattro ruote

Introduzione

La Fiat 500 Abarth rappresenta un'icona dell'automobilismo sportivo italiano, nata da una sinergia perfetta tra lo stile inconfondibile della 500 e l'animo sportivo del marchio Abarth. La sua storia è un connubio di passione, innovazione e vittorie che l'hanno resa un vero e proprio mito a quattro ruote, apprezzato in tutto il mondo.

Dalle origini al successo

La storia della 500 Abarth inizia nel 1957, quando Carlo Abarth, già famoso preparatore di vetture da corsa, decide di trasformare la piccola Fiat 500 in una grintosa auto sportiva. Nasce così la 500 Abarth 595, equipaggiata con un motore da 499,5 cc in grado di erogare 26 CV. La vettura ottiene un successo immediato, conquistando il pubblico per il suo carattere sportivo e la sua maneggevolezza.

Gli anni '60 e l'esplosione del mito

Negli anni '60, la 500 Abarth diventa un vero e proprio fenomeno, grazie a una serie di modelli sempre più potenti e performanti. Tra questi, la 500 Abarth 695 SS del 1963, con il suo motore da 695,2 cc e 52 CV, che rappresenta un'autentica icona del motorsport. La 500 Abarth si distingue nelle competizioni, conquistando numerosi successi nei rally e nelle gare su pista.

Evoluzione e nuovi successi

Negli anni successivi, la 500 Abarth continua ad evolversi, con modelli sempre più raffinati e tecnologici. La 500 Abarth 131 Rally, presentata nel 1971, vince il campionato mondiale rally nel 1975 e nel 1976, consacrando definitivamente il mito della piccola sportiva italiana.

La 500 Abarth oggi

Oggi, la 500 Abarth continua ad essere un'auto amata da appassionati e collezionisti di tutto il mondo. L'ultima generazione, presentata nel 2019, mantiene vivo lo spirito sportivo del modello originale, coniugandolo con le più moderne tecnologie e un design accattivante.

Back to blog